Revista de Investigación de la Cátedra Internacional conjunta Inocencio III

Periodicidad semestral ISSN: 2445-2394; D.L.: MU-335-2016

Logo Cátedra

Lectori Salutem!

Card. Péter Erdő

Con grande gioia presento il primo numero della Rivista scientifica semestrale Vergentis della Cattedra Internazionale Innocenzo III per la Ricerca in Storia del Diritto, Diritto Comune e Diritto Canonico. Questa Cattedra è stata fondata dalla Pontificia Università Lateranense (PUL), attraverso l’Institutum Utriusque Iuris, e l’Università Cattolica di Murcia (UCAM) che hanno unito i loro sforzi per creare una struttura comune destinata a implementare lo studio della Storia del Diritto, del Diritto Comune e del Diritto Canonico. Per conseguire tali fini, la Cattedra sostiene progetti di ricerca nelle aree di sua competenza; incentiva l’elaborazione di tesi dottorali in Storia del Diritto, Diritto Comune e Diritto Canonico; facilita l'interscambio di esperienze di docenza e promuove, come conseguenza del raggiungimento dei suoi obiettivi, una efficace, solida e riconoscibile linea editoriale in accordo ai parametri internazionali che regolano la qualità e i criteri delle ricerche scientifiche. Ugualmente s’impegna per un interscambio di studenti nell’ambito dei rispettivi piani formativi concedendo, altresì, borse di studio dottorali e post-dottorali.

Essa organizza inoltre Convegni e Seminari di ricerca internazionali, in modo tale da creare uno spazio di discussione comune fra docenti e studenti legati alla cattedra, ponendoli faccia a faccia con esperti internazionali provenienti da prestigiosi atenei di tutto il mondo. La prima di queste attività è stata il Congresso internazionale celebrato in occasione dell’ottavo centenario del Concilio Lateranense IV, convocato da Innocenzo III nel 1215, concilio di grande rilevanza nella storia del diritto canonico e di quello civile.

​Nel quadro di questo progetto, la Rivista Vergentis, che viene pubblicata in forma cartacea e digitale, si propone di diventare uno spazio di riflessione e di ricerca multidisciplinare aiutando in modo speciale la comunicazione tra i cultori e i professionisti del diritto, della Storia giuridica, del Diritto romano, dello Ius commune e del Diritto canonico.

​Il giurista di oggi, sovraccaricato spesso di affari e compiti collegati con i dettagli e con la moltitudine delle norme vigenti, non di rado trova difficoltà nella ricerca di una visione d’insieme e della logica interna del sistema. Guardando però solo i dettagli minuziosamente regolamentati, si corre il rischio di perdere il contatto con l’insieme del sistema e soprattutto con il resto della realtà. Le discipline storico-giuridiche e il Diritto canonico, ordinamento specialmente connesso – anche attraverso la sua storia – con il Sacro, offrono un orizzonte più ampio e collegano la vita giuridica di ogni giorno con gli strati più profondi dell’esperienza umana. Per entrare in questo mondo storico-giuridico si richiede una speciale preparazione, divenuta una vera rarità nel nostro mondo culturale. Perciò è una grande opportunità, se si apre uno spazio per il dialogo tra giuristi di diverse specializzazioni. Auguriamo quindi molto successo alla nuova Rivista che si assume tale missione. Auspichiamo che essa diventi un mezzo efficace di approfondimento scientifico e di scambio di visioni per un pubblico qualificato sempre più ampio.

Card. Péter Erdő